Area ginecologica

GINECOLOGIA E GINECOLOGIA ONCOLOGICA

Dott. Elio Campagnutta
Dott. Santo La Valle
Dott. Fernando Calcagnile
Dott.ssa Grazia Zanin

La ginecologia è la branca della medicina che si occupa della salute e delle malattie specifiche delle donne, con un focus particolare sugli organi riproduttivi femminili come l’utero, le ovaie e la vagina. I ginecologi sono medici specializzati che forniscono cure preventive, diagnosticano e trattano problemi legati alla salute femminile.

La ginecologia oncologica è una specializzazione della ginecologia che si concentra sullo studio e il trattamento dei tumori maligni che coinvolgono l’apparato riproduttivo femminile. Questa branca della medicina si occupa della diagnosi e della gestione dei tumori ginecologici, come il cancro dell’utero, delle ovaie, della cervice uterina, della vulva e della vagina. Gli specialisti in ginecologia oncologica lavorano per identificare precocemente i tumori, definire le opzioni di trattamento e supportare le pazienti durante il percorso di cura.

 

ELENCO PRESTAZIONI

  • Visita ginecologica
    Durante la visita ginecologica lo specialista esaminerà la salute generale dell’area genitale femminile. ciò può includere un’esame visivo esterno, l’esame del collo dell’utero con uno speculum, la palpazione addominale e un esame ecografico transaddominale e/o transvaginale “office”.
  • Ecografia transaddominale e transvaginale (“office”)
    È un’esame ecografico effettuato dal medico specialista in ginecologica a supporto della visita ginecologica. Questo esame consente al medico di studiare in modo più approfondito lo stato di salute degli organi riproduttivi femminili.
  • Fotoringiovanimento vaginale con laser monnalisa touch
    Si tratta di un trattamento che utilizza un laser specifico per migliorare la salute e il tono della vagina. Durante la procedura il laser stimola la produzione di collagene della mucosa vaginale, contribuendo a ridurre eventuali sintomi di atrofia vaginale, secchezza o perdita di tono.
    Questo trattamento è utile per le pazienti che hanno disagi legalti alla menopausa, a squilibri ormonali o a pazienti in chemio terapia, e per migliorare e/o risolvere leggeri problemi di incontinenza urinaria.
    Il consulto con il medico è importante per valutare se questo trattamento è adatto alle esigenze specifiche della persona.
  • L’hpv, o virus del papilloma umano, è un gruppo di virus che può infettare la pelle e le mucose, in particolare quelli genitali. Alcuni tipi di hpv possono causare verruche genitali e sono associati a un aumentato rischio di sviluppare lesioni precancerose o cancerose dell’utero, della vulva, della vagina, del pene, dell’ano o della gola.
  • L’hpv test è un esame che viene eseguito per rilevare la presenza del virus. Di solito, viene eseguito durante il pap test (test di papanicolaou) nelle donne. Il test hpv può aiutare a identificare precocemente l’infezione da hpv, consentendo una gestione più efficace e il monitoraggio per prevenire lo sviluppo di condizioni più gravi come il cancro.
  • La sindrome dell’ovaio policistico (sop) è una condizione in cui gli ormoni femminili sono disfunzionali, portando a vari sintomi. Le donne con sop possono avere cicli mestruali irregolari, livelli ormonali squilibrati e la formazione di piccoli cisti sugli ovaie. Questo può influenzare la fertilità e causare sintomi come acne, aumento di peso e crescita di peli indesiderati. è importante sottolineare che la sop è gestibile con trattamenti mirati, e la consulenza medica può aiutare a gestire i sintomi e preservare la salute a lungo termine.
  • L’endometriosi è una condizione in cui il tessuto simile a quello che riveste l’utero (endometrio) cresce al di fuori di esso. Questo tessuto può trovarsi su ovaie, tube di falloppio, e altri organi pelvici. Durante il ciclo mestruale, questo tessuto esterno può gonfiarsi, sanguinare e causare dolore. L’endometriosi può portare a sintomi come dolori pelvici intensi, problemi di fertilità e, talvolta, disagio durante l’attività sessuale. La gestione dell’endometriosi coinvolge spesso trattamenti per alleviare i sintomi e supportare la qualità della vita. Consultare un medico è importante per una diagnosi precisa e un piano di cura adeguato.
  • Consulenza per contraccezione (pillola e dispositivi uterini iud / ius)
  • Consulenza per menopausa
  • Consulenza per incontinenza urinaria
  • Prolasso utero-vagino-vescicale e/o inserimento e rimozione pessario vaginale
  • Il lichen scleroso è una condizione della pelle che può verificarsi principalmente nella zona genitale. Si presenta con la comparsa di una pelle bianca, sottile e talvolta pruriginosa. Questo disturbo può colpire sia donne che uomini, ma è più comune nelle donne. Nel caso delle donne, può causare fastidi durante i rapporti sessuali.
    Sebbene il lichen scleroso non sia canceroso, è importante gestirlo con il supporto del medico per alleviare i sintomi e prevenire complicazioni.
  • L’herpes genitale è una infezione virale trasmessa sessualmente causata dal virus dell’herpes simplex. questo può provocare la comparsa di piccole vescicole dolorose o piaghe nella zona genitale o anale. I sintomi possono includere prurito, bruciore e disagio. L’herpes genitale può avere periodi di ricorrenza, durante i quali i sintomi possono riapparire. Sebbene non esista una cura definitiva, farmaci antivirali possono aiutare a gestire gli episodi e ridurre la frequenza delle ricorrenze.
    È essenziale consultare un medico per una diagnosi accurata e un piano di trattamento appropriato.
  • Le cisti vulvari, come le cisti del bartolino, sono piccole sacche di liquido che possono formarsi vicino alla vagina. Possono causare gonfiore e, a volte, dolore.
  • Per quanto riguarda le vain (neoplasia intraepiteliale vulvare) si tratta di cambiamenti precancerosi nelle cellule della vulva, che richiedono un monitoraggio e, in alcuni casi, un trattamento.
  • I condilomi sono escrescenze cutanee causate da infezione da hpv (virus del papilloma umano) e possono apparire come piccole protuberanze sulla pelle o nelle mucose genitali.
    È importante consultare un medico per una corretta diagnosi e un piano di trattamento adatto a ciascuna situazione. la gestione varia a seconda della condizione, con interventi che possono includere farmaci, procedure o monitoraggio regolare.
  • Le malattie sessualmente trasmissibili (mst) sono infezioni che si diffondono principalmente attraverso i rapporti sessuali non protetti. Alcune comuni mst includono clamidia, gonorrea, sifilide, herpes genitale, condilomi (causati dal virus hpv) e hiv.
    Le mst possono causare sintomi come prurito, bruciore, scariche anormali, ulcere o eruzioni cutanee. È importante sottolineare che alcune mst possono anche essere asintomatiche.
    La cura varia a seconda del tipo di mst. molte mst possono essere trattate con antibiotici o antivirali. Tuttavia, alcune mst, come l’hiv, possono richiedere una gestione a lungo termine.

La prevenzione è fondamentale: l’uso del preservativo durante i rapporti sessuali è uno dei modi più efficaci per ridurre il rischio di contrarre o trasmettere mst.
La consulenza medica regolare e i test per le mst sono altrettanto importanti per la diagnosi precoce e il trattamento tempestivo.

OSTETRICIA

Dott. Renzo Poli
Dott. Fernando Calcagnile
Dott.ssa Grazia Zanin

L’ostetricia è la branca della medicina che si occupa della gestione della gravidanza, del parto e del periodo postpartum. I ginecologi ostetrici sono professionisti specializzati nell’assistenza alle donne durante la gravidanza, fornendo consulenze prenatali, monitorando la salute fetale e gestendo il processo del parto. Si occupano anche delle cure postpartum, seguendo la salute della madre e del neonato nelle prime settimane dopo il parto. L’obiettivo principale dell’ostetricia è garantire una gravidanza sicura e un parto sano, contribuendo al benessere generale della madre e del bambino.

 

ELENCO PRESTAZIONI

  • Visita ostetrica
    Durante il 1° trimestre la visita ostetrica può includere la conferma della gravidanza, la prescrizione degli esami del sangue per valutare la salute della mamma e del bambino, un’ecografia transvaginale e la compilazione della cartella ostetrica.
    Nel 2° trimestre solitamente si eseguono ultrasuoni per valutare lo sviluppo del feto, rilevare eventuali anomalie e determinare il sesso. Vengono monitorati i parametri vitale della madre e la crescita dell’utero.
    Nel 3° trimestre le visite si concentrano sull’assicurarsi che la gravidanza proceda normalmente, monitorando la pressione sanguigna, la crescita e la posizione del bambino. si discutono anche le opzioni per il parto e si prepara il piano di nascita.

DIAGNOSTICA PRENATALE

Dott. Giuseppe Stimoli

  • Il test del dna fetale (nipt test) è un esame non invasivo che analizza il dna del feto nel sangue della madre durante la gravidanza. Questo test fornisce informazioni sulla presenza di alcune anomalie cromosomiche, come la sindrome di down, la sindrome di patau e la sindrome di edwards.
    È un’opzione di screening che offre una maggiore precisione rispetto ad alcuni altri test, con un rischio minimo di complicazioni. Tuttavia, è importante chiarire che il test del dna fetale non copre tutte le possibili condizioni genetiche e che, in caso di risultati positivi o incerti, potrebbe essere consigliabile confermare con ulteriori test diagnostici.
    Per avere ulteriori informazioni sulle diverse tipologie di test genetico sul dna fetale visita la pagina dedicata.
  • L’ecografia morfologica è un esame di imaging che viene eseguito durante la gravidanza, generalmente tra la 18ª e la 22ª settimana. Questo esame mira a valutare dettagliatamente l’anatomia e la struttura del feto. Durante l’ecografia morfologica, vengono esaminati e misurati organi, arti, sistema nervoso e altri dettagli per rilevare eventuali anomalie o malformazioni.
    È un’opportunità per ottenere informazioni dettagliate sullo sviluppo del bambino e rilevare eventuali problematiche precocemente. Tuttavia, è importante sottolineare che l’ecografia morfologica non può garantire la diagnosi di tutte le condizioni possibili e che potrebbe essere necessario ulteriori approfondimenti in caso di riscontri anomali.
  • L’ultrascreen o b-test è un esame prenatale che combina il test del sangue della madre con un’ecografia per valutare il rischio di anomalie cromosomiche nel feto, come la sindrome di down. Questo test fornisce informazioni sulla probabilità di avere un bambino con tali condizioni, consentendo una valutazione più approfondita se necessario. È importante chiarire che il test non fornisce una diagnosi definitiva, ma aiuta a identificare le gravidanze ad alto rischio che potrebbero richiedere ulteriori indagini.
  • Il tampone vaginale in gravidanza è consigliato per rilevare la presenza di batteri chiamati streptococco del gruppo b (gbs) nella vagina della madre. Questo tipo di batterio può essere innocuo per la madre, ma se trasferito al neonato durante il parto, potrebbe causare infezioni gravi.
    Effettuando il tampone, è possibile identificare la presenza di gbs e, se necessario, intraprendere misure preventive durante il travaglio, come la somministrazione di antibiotici, per ridurre il rischio di trasmissione al neonato. Il test di gbs è spesso eseguito verso la fine della gravidanza, di solito tra la 35ª e la 37ª settimana, per garantire informazioni aggiornate prima del parto.

RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO

Dott.ssa Flavia Mahnic

La riabilitazione del pavimento pelvico è un insieme di esercizi e tecniche mirate a rafforzare e migliorare la salute dei muscoli del pavimento pelvico.Qquesti muscoli sostengono organi come la vescica, l’utero e l’intestino.

Questa riabilitazione è utile per affrontare problemi come incontinenza urinaria, disfunzioni sessuali o il recupero dopo il parto. Gli esercizi spesso coinvolgono la contrazione e il rilassamento controllato di questi muscoli per migliorarne la forza e la funzione, contribuendo a prevenire o trattare alcune condizioni legate alla debolezza del pavimento pelvico.

Gli specialisti:

Campagnutta Elio
Ginecologia e oncologia ginecologica -
Specialista in Ginecologia e Oncologia Ginecologica
La Valle Santo
Ginecologia e oncologia ginecologica, Ostetricia -
Specialista in Ginecologia e Oncologia Ginecologica, Ostetricia
Calcagnile Fernando
Fotoringiovanimento vaginale, Ginecologia e oncologia ginecologica, Ostetricia -
Specialista in Fotoringiovanimento Vaginale, Ginecologia e Oncologia Finecologica, Ostetricia
Poli Renzo
Ginecologia e oncologia ginecologica -
Specialista in Ostetricia,  Ginecologia e Procreazione Medicalmente Assistita